Riprendiamo il nostro cammino con tutti i nostri sogni maturati a Santo Stefano di Sessanio e con essi ci dirigiamo lungo il sentiero in aperta natura che ci condurrà nel cuore dell'Abruzzo pieno di emozionanti scenari.
Quella di oggi è una tappa di 30 km, una delle più lunghe di tutto il cammino, ma, giunti a destinazione, la città dell'Aquila saprà ricompensarci di tutta la fatica. Colpita e messa in ginocchio dal devastante terremoto il 6 aprile 2009, L'Aquila ha dovuto fare i conti con il numero di vittime e le intere famiglie distrutte,con la distruzione del suo territorio e con il conseguente spopolamento.
La città ha le ali spezzate, ma non uccisa! Oggi la città è un cantiere a cielo aperto. Molti sono gli interventi di ricostruzione già fatti e tanto altro ancora si dovrà fare. Concediamoci una passeggiata nelle strade del centro portando con noi sentimenti di rispetto, vicinanza e solidarietà per tutti gli abitanti e a quanti, nei paesi e borghi limitrofi, hanno subito quei momenti tragici e gli affanni della ripartenza.
Questa sera il nostro pensiero agli aquilani, al loro dolore, al loro forzato adattamento, sarà con un grandioso augurio... a cuore libero!

  • Km

    29

  • Altitudine massima

    1300 mt

  • Difficoltà

    Media

Il percorso