Nonostante la Carta Costituzionale imponga la tutela e la promozione del paesaggio e del patrimonio storico – artistico (art. 9 Cost.), l’insufficienza di fondi pubblici non solo per la valorizzazione ma anche per la semplice salvaguardia di tali beni collettivi è tristemente cronica.
E anche a livello europeo non sembra che il problema sia efficacemente affrontato.
Nell'esperienza italiana, anche recente, pur non mancando sporadici ed emergenziali interventi legislativi per favorire il mecenatismo culturale, si registra l’assenza di lungimiranti politiche fiscali e di finanza pubblica per garantire un finanziamento sistematico al settore culturale.

Prendendo, quindi, le mosse dalle criticità esistenti tanto nel sistema interno, quanto nelle azioni europee, ci si è posti l’obiettivo di analizzare anche in chiave comparatistica le esperienze più rilevanti ed efficaci nel panorama internazionale.
Obiettivo della ricerca è stato quello di predisporre concrete proposte di intervento per delineare una quadro sistematico ed efficiente di misure fiscali e di finanza pubblica volte a garantire risorse sufficienti non solo per la salvaguardia ma anche per la promozione del patrimonio culturale, nell'ambito delle azioni e dei vincoli europei, nonchè dei diversi livelli d’intervento (statale, regionale e locale).

I CONVEGNI


I cammini strumento di promozione Convegno 2020

Vai alla scheda


Fiscalità per il patrimonio culturale Convegno 2019

Vai alla scheda


Conversazioni sulla settima arte Convegno 2018

Vai alla scheda


Misure tributarie per il patrimonio culturale Convegno 2017

Vai alla scheda


Public Finance for the Cultural Heritage Seminario 2017

Vai alla scheda