AREA DEL PROGETTO

Il Cammino d'Abruzzo ha una lunghezza di circa 660 km e si sviluppa interamente sul territorio abruzzese.
Si presenta con un circuito ad anello che transita su 70 comuni dove paesaggi mozzafiato fanno da cornice a tutta la storia del popolo abruzzese. Attraversa sentieri collinari, montani e costieri passando per borghi, frazioni, comuni e coinvolgendo le 4 città capoluogo: L'Aquila, Chieti, Teramo e Pescara. Successivamente l'intento è quello di coinvolgere tutti i comuni d'Abruzzo creando disvii che, in modo capillare, raggiungano tutti i borghi.
Il filo che collega tutti i comuni interessati... si snoda da Pescara (aeroporto) a risalire la costa e poi l'entroterra teramana, per poi rientrare attraverso un sentiero boschivo di una bellezza straordinaria sui paesi dell'area Vestina...

Varcare le alte colline di forca di penne per immergersi nel vasto territorio Aquilano per poi, attraverso sentieri e tratturi, concludere il viaggio sul territorio chietino e portare i viandanti sulla suggestiva costa dei trabocchi. Il cammino si concluderà a Pescara per chiudere il cerchio. Uniti in un ideale "girotondo" i cittadini d'Abruzzo si preparano ad accogliere i viandanti che abbiano voglia di scoprire un territorio unico al mondo dove il mare e la montagna si guardano a vicenda. Suddiviso in 33 tappe può essere percorso a piedi o in mountain bike e su alcune tratte anche da coloro che hanno disabilità motorie con l'ausilio di joilette. Il cammino d'Abruzzo vuole essere una esperienza per chiunque abbia voglia di mettersi in gioco e affrontare il percorso per intero o parziale da percorrere in un mese o a più riprese, ognuno al passo che vuole, ma sempre... a piede libero!!!


IL PERCORSO

Le meraviglie di un territorio incontaminato

SCOPRI TUTTE LE TAPPE

Lettera al viandante


Caro viandante ti chiederanno: quanti chilometri hai fatto? Quanto pesava il tuo zaino?
Hai usato il contapassi? Che App hai scaricato?

E tu, caro viandante a queste domande non saprai rispondere perché sarai stato impegnato ad osservare i colori e le foglie degli alberi, il colore e la luce del mare, a sentire la freschezza dell'acqua che hai bevuto alle fonti. Sarai stato impegnato a percepire gli odori della terra, a respirare l'aria, a guardare gli infiniti panorami della terra d'Abruzzo.

Ti ricorderai di chi ti ha salutato con entusiasmo, di chi ti ha affiancato ed ha regolato il suo passo con il tuo. Delle salite che ti hanno afflitto e delle discese che ti hanno rincuorato.
Ti ricorderai della bellezza che ti ha avvolto in ogni percorso, del calore che hai trovato nei borghi che hai attraversato.

Ti ricorderai di come ti hanno accolto gli abruzzesi, del loro cuore forte e gentile, del loro "benvenuto" detto con il sorriso di chi ha piacere di ricevere il forestiero.
Ti ricorderai di tutta la bellezza di un Abruzzo che ti ha regalato panorami mozzafiato!

I passi, i chilometri, il dislivello, il tempo di percorrenza..... roba da sportivi!!

A te, caro viandante, resterà il " senso del cammino", la pace interiore che hai provato sui sentieri, l'entusiasmo di essere stato il protagonista. Resteranno le molteplici sensazioni provate, l'incertezza e la sicurezza, la fatica ed il coraggio, la gioia per avercela fatta quando pensavi di mollare, la consapevolezza della tua forza.

E ti ricorderai per sempre di chi ti ha suggerito la strada, di chi ti ha accolto con il cuore e di tutti i sorrisi che ti hanno donato. Ti ricorderai, quando avrai finito il cammino, di una terra che aspetta il tuo ritorno... a piede libero!!!

Orietta D'Armi

STORIA DI UN CAMMINO

Le emozioni di un'esperienza unica

BUONA LETTURA