Con lo sguardo fisso verso il Gran Sasso pian piano, dopo un po' di salita, giungerete al borgo di Vestea, frazione quasi spopolata ma graziosissima, posta in posizione elevata e panoramica su un crinale sottile, tra le valli dei torrenti Schiavone e Mirabello, alle pendici del Monte Bertona. Nel centro del piccolo borgo sorge la chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo. La piazza principale di Vestea, restaurata di recente, ha una forma grosso modo circolare ed è chiamata "La Torre", molto probabilmente in quanto il limite della piazza è costituito dalle fondamenta di un torrione di difesa come se ne incontrano tanti nei paesi appenninici
Il violento terremoto dell'Aquila del 2009 ha arrecato danni al piccolo borgo con il crollo di una abitazione e vari danni di minore entità senza che vi siano state vittime.
Fermiamoci a ristorarci in questo piccolo paesello, il cuore ci ringrazierà !
Il cammino prosegue per altri 5 chilometri fino al borgo di Montebello di Bertona, ai piedi del monte Bertona che domina la vallata pescarese. Qui potrete ristorarvi, con aria buona e tranquillità, oltre che assaggiare il formaggio lazzato, vera prelibatezza del luogo. Montebello ha origini antichissime ma rappresenta ancora oggi un borgo frizzante, ricco di attività, feste come il Carnevale, ed eventi musicali e culturali.
Un percorso senza tempo, che attraversa paesaggi suggestivi e borghi ricchi di storie da farvi raccontare!!!

  • Km

    14

  • Altitudine massima

    385 mt

  • Difficoltà

    Media

Il percorso