Da Anversa degli Abruzzi procedete verso il cuore della Riserva naturale Gole del Sagittario, un’oasi incontaminata nota per le Sorgenti di Cavuto, con acque purissime dalle proprietà terapeutiche. Vi suggeriamo anche una visita al Giardino Botanico per ammirare anche alcune specie rare.

Dalle sorgenti, risalite costeggiando il fiume Sagittario, che scorre tra le profonde gole, percorrendo il sentiero dentro il bosco, tra ponticelli e piccole cascate che rendono magico il cammino. Il percorso si inoltra in un fitto bosco di querce fino ad incontrare un breve tratto di strada asfaltata, per poi riprendere un sentiero su uno sperone roccioso che sale fino a Castrovalva, antico borgo fortificato medievale che, dalla sua posizione, domina l’alta vallata del Sagittario.

Percorrete in salita il pianoro Prata di Castro per addentrarvi successivamente all’interno di un colle boscoso, che vi porterà a Villalago. Dal latino volgare Valle de Lacu, evoca la presenza nel territorio di nove laghi, molti dei quali scomparsi: il borgo venne fondato dal monaco benedettino San Domenico Abate, del monastero di San Pietro de Lacu, ed è ancora oggi un luogo di convivenza perfetta tra natura e uomo. Osservate le case allineate su precipizi e dirupi che sembrano scivolare verso il lago, e per respirare la spiritualità che ha permeato questo luogo fate un salto all’eremo di San Domenico, un vero paradiso terrestre.

  • Km

    15

  • Altitudine massima

    1064 mt

  • Difficoltà

    Alta

Il percorso