Coraggio viandante, zaino in spalla! Il cammino ci aspetta! Salutiamo il borgo di Castelli percorrendo la sua bellissima scalinata a destra della chiesa di San Rocco per poi prendere il sentiero che ci accompagnerà ad un altro gioiellino del borgo: la piccola chiesa di San Donato, immersa nel verde, con il suo meraviglioso soffitto maiolicato.
Un unicum del patrimonio ceramico italiano. Si tratta di un importante soffitto di piastrelle di ceramica che, per la sua singolarità, è stato definito "la Sistina della maiolica". Dopo la visita alla chiesetta campagnola il nostro percorso sale per diversi chilometri.
Di fronte a noi il maestoso Monte Camicia a farci compagnia fino al bosco che ci accompagnerà nella faggeta di Arsita, dove la natura irride fra le note del fogliame e il crepitio delle cortecce, d’incanto, sotto un grande faggio, si ascolta lo scrosciare dell’acqua della sorgente del fiume Fino.
Il sentiero corre adagio fino a raggiungere un luogo dove la vista si spalanca: all'orizzonte l’azzurro immenso del mare Adriatico! E scendendo ancora, fino a raggiungere il paesino di Farindola, i profumi e i sapori della tradizione abruzzese, la musica ed il saltarello della Tribù di Farindola, sapranno rinfrancare i sensi e lo spirito di chi si è messo in cammino… a piede libero!

  • Km

    16

  • Altitudine massima

    1274 mt

  • Difficoltà

    Alta

Il percorso